Maria Hotel & Spa

PRENOTA
 
 
pic-3

“Nonno Umberto, dove tutto ebbe inizio”…

1 nov 2013 - L’album dei Ricordi

Famiglia Dellantonio: un nome e una storia che racchiudono dentro di sé 80 lunghi anni di passione e dedizione per l’attività turistica. Tra varie difficoltà, ben tre generazioni hanno contribuito, lavorando sodo e con entusiasmo, a costruire quella che oggi rappresenta una delle strutture alberghiere più rinomate della Val di Fassa.

A svelarci i dettagli e i particolari di questa straordinaria tradizione è il Signor Umberto, capostipite della Famiglia Dellantonio, nell’intervista che segue, realizzata nel 2008.

 Gentilissimo signor Umberto…

  •  Possiamo parlare di una lunga tradizione che abbraccia tre generazioni. Ci può raccontare come nel 1928, Suo padre Gabriele Dellantonio, ha dato inizio all’avventura dell’Hotel Maria?

 

Mio padre Gabriele in quegli anni possedeva una carrozza con la quale andava a prendere gli ospiti che arrivavano fino a Predazzo in trenino, costruito dai prigionieri russi durante la prima guerra mondiale. Ha incominciato ad ospitare  i primi clienti solo nell’ agosto del ’28 nella “Villa Maria”, edificio di proprietà della famiglia Dellantonio.

  • Lei è un’artista con una grande passione per la lavorazione del legno e ha realizzato grandi sculture; ma a quale età e come lei si è avvicinato all’attività turistica e alla realtà dell’Hotel Maria?

 

Dopo la guerra, nel 1955, ho rilevato tutte le parti dei fratelli Dellantonio, miei zii, emigrati in America, acquisendo i 3/5 della casa “Villa Maria”, con annesso bar e campi da bocce.In quegli anni ho accantonato la mia attività di artista per dedicarmi a quella di albergatore. Ho dato inizio ai primi lavori di ristrutturazione della casa con grandi sacrifici economici, realizzando 28 camere e 1 bagno per ogni piano, cosa che per quei tempi era già un lusso. Da allora abbiamo ristrutturato la casa per ben 4 volte.

  • Da dove deriva il nome Hotel Maria? Ha un particolare significato?

 

Il nome Maria deriva dal nome della sorella più anziana di mio padre Gabriele,emigrata in America. Da allora è rimasto il nome Maria.

  •  Quello della Sua famiglia è l’esempio concreto e tangibile di come la tradizione venga tramandata di padre in figlio. Quali ritiene siano stati i fattori che hanno motivato i suoi figli Gabriele, Gianfranco, Carla e Andrea a seguire le Sue orme?

 

Gabriele ha frequentato la scuola alberghiera e ha incominciato a lavorare in albergo a 16 anni,affiancato da me e mia moglie; Gianfranco ha iniziato dopo la ristrutturazione del vecchio bar, che da classico bar di paese si è trasformato in un  pub denominato Betty Blues, antesignano dell’attuale Kusk ; nel 1987 è stata la volta di Andrea che si è proposto come aiuto cuoco in cucina, mentre Carla è arrivata a darci il suo sostegno nel 1990 dopo sposata, collaborando con Gabriele alla gestione dell’hotel.

  • Si dice che dietro ad un grande uomo ci sia sempre una grande donna, ci vuole parlare di Mariuccia, Sua moglie, che le è rimasta accanto in tutti questi anni?

 

Io e Mariuccia ci siamo sposati il 24 settembre del 1959 e lei ha iniziato subito a lavorare con me, prima al bar e, dopo aver avuto 4 figli, negli anni 1976/77, si è occupata della cucina in albergo. E’ stata ed è tuttora la colonna portante dell’azienda:ora segue con discrezione il buon andamento dell’attività

  •  In 80 anni le cose cambiano e assumono aspetti diversi, quali sono state le grandi evoluzioni che, a Suo avviso, hanno fortemente caratterizzato l’Hotel Maria da quando ha avuto origine fino ad oggi?

 

In questi anni non ci siamo mai fermati. E’ stato tutto un continuo rinnovare i servizi alla clientela, fino a giungere  alla ristrutturazione del 2003, la quale con un intervento radicale, ci ha permesso di passare  dalle tre alle quattro stelle. Rappresentava la quinta ristrutturazione, ed ha comportato il rifacimento di tutte le  stanze e suite, nonché la costruzione del nuovo Centro Benessere. Il tutto per soddisfare al meglio le esigenze dell’ospite.

  •  Quali aspetti, invece, a Suo parere, sono rimasti inalterati nonostante il tempo trascorso?

 

Indubbiamente il carattere famigliare della gestione, tramandata ai 4 figli che hanno accolto con passione ed entusiasmo il difficile percorso dell’attività.

  •  Questa struttura è una costante nella Sua vita, tuttavia, c’è qualche ricordo particolare e indelebile nella memoria che La lega a questo Hotel e ai suoi ospiti?

 

Il ricordo dei miei genitori che hanno lavorato intensamente per migliorarsi di continuo nell’attività alberghiera e la soddisfazione personale per aver fidelizzato molti ospiti nel corso degli anni. Tuttora abbiamo ospiti affezionati che soggiornano nella nostra casa da oltre 40 anni!

  • Cosa desidera e quali sono le speranze che ripone nell’Hotel Maria?

 

La mia speranza è che i miei figli riescano a portare avanti con sentimento e passione costante il loro lavoro, così come abbiamo fatto io e mia moglie negli anni passati.

 

Oggi Nonno Umberto ci guida e ci sprona da lassù, il ricordo della sua tenacia e della sua saggezza accompagnerà sempre la nostra  famiglia e anche tanti ospiti che l’anno conosciuto.

Grazie Nonno Umberto! :-)

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Current month ye@r day *